Doris Lessing? Io non sapevo chi fosse.

0 Flares 0 Flares ×

Doris_Lessing_ilsuperfluo.itNon sapevo chi fosse Doris Lessing. E lo ammetto con un certo candore, nonostante questa mia affermazione farà inorridire gli intellettualissimi che “ma come non sai chi era Doris Lessing? Ma non sei giornalista???”. E giù con anatemi sconfessanti la validità dell’esame di abilitazione e della categoria tutta, con questi nuovi “professionisti” ignoranti e presuntuosi. E precari e pure poveri, aggiungo io.

In ogni caso: no, io non sapevo chi fosse questa donna (niente popò di meno che premio Nobel per la letteratura nel 2007). Ho iniziato a pensare che la mia ignoranza potesse essere cosa di cui vergognarmi quando il terzo status su Facebook si è fatto suo epitaffio glorificatore. Il quarto è stato quello di Pierluigi Battista: “Una grandissima”. Lì ho iniziato a pensare che avrei dovuto correre silenziosamente ai ripari. All’inizio non ho osato confessare la lacuna nemmeno a mio marito. Sapevo che lui sapeva, sapevo che la mia ignoranza non lo avrebbe indignato (sennò non avrei sposato tale testa di cazzo), ma non ho confessato. Fino a stamattina a colazione, quando gli ho chiesto: “ma tu sapevi chi fosse questa Lessing”? La risposta la tralascio, poiché immagino la immaginiate.

Concludo: non ho scritto questo post per espormi all’intellettuale ludibrio di quelli che si che si indignano se Fabio Volo scrive sulla pagina culturale del Corriere, mentre Alberoni in prima tutti i lunedì andava benissimo, no. L’ho scritto perché quelli lì, appunto, mi hanno rotto i coglioni. Dunque, anziché correre ai ripari con Wikipedia, per poi fingere di sapere come fanno almeno la metà di quelli che dicono di amare gli scrittori russi, aver letto “Il Capitale” per intero e non poter rinunciare ad almeno un film di Truffaut la settimana, ho preferito essere sincera. Che per imparare non è mai troppo tardi. E gli intellettuali ostentati, quelli che si indignano, quelli che usano il termine indignato e i tuttologi mi hanno sempre fatto venire le emorroidi.

Ora vado a comprarmi un libro di Doris Lessing.

Ciao.

admin

4 Comments

  1. Stupenda Simo! Pensa che non ho mai capito quelli che, appunto, quando ammetti di non aver visto un film, non aver letto un libro, non conoscere un artista rispondono da tuttologi e indignati..Le poche volte che mi trovo dall’altra parte infatti rispondo con un sorriso enorme che avranno adesso la possibilità di scoprire, leggere, vedere, di provare quello che ho provato io..Cioé sono felice di aver fatto scoprire qualcosa e quasi invidioso dell’esperienza che di lì a poco faranno “grazie a me”..Ora vado su Wikipedia a scoprire Doris Lessing :)
    Viva tutto!
    http://monologhiblog.wordpress.com/

  2. Grande! C’è sempre tempo per imparare, alla faccia degli indignati con wiki alla mano…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *