Anno nuovo: cattivi propositi

0 Flares 0 Flares ×

cattivi_propositi_2014_simpsonInizia un anno nuovo: è tempo di cattivi propositi.

Questo fatto che sul finir di ogni dodici mesi, la coscienza di ciascuno precetti per una manciata di minuti la volontà con l’intento di stilare una lista di buoni propositi (puntualmente delusi) mi ha frantumato le gonadi.

Sono stufa di pensare a tutte le cose che dovrei o non dovrei fare per rispettarmi di più. Che se lo specchio non sarà capace di sorridermi, gli sorriderò io.

Perciò questa volta rovescio la questione: in barba ai buoni propositi, farò la lista di quelli cattivi. Così, per non  rischiare di perdere tempo.

Eccoli:

Userò spesso la macchina. Anche per andare in posti vicini.

Non sarò clemente con gli automobilisti. Inquinano.

Non imparerò a cucinare cose come arrosti e consimili. Almeno in casa mia. Mio marito non vuole un cane vivo, io non voglio animali morti che impregnano, tra l’altro, tende e pareti col loro olezzo.

Non proverò ad impormi la barzelletta per cui devo spendere meno in vestiti. Di Zara poi. Mica di Prada.

Nemmeno cercherò di limitarmi nelle bevute di vino. Che si vive una volta sola e il vino fa cantar.

Non smetterò di diffamare le divinità e i loro soci.

E nemmeno placherò la mia ostilità nei confronti del clero tutto, nonostante il nuovo, apprezzato, Papa argentino.

Non proverò empatia alcuna per papponi, troie (non nel senso di quelle che in cambio di prestazioni sessuali si fanno pagare, ma nel senso di quelle che fingono di non volere ricompensa ma poi hanno il contratto a tempo indeterminato) e lacchè.

Non smetterò di evidenziare con piglio caustico ogni singolo difetto di quelle più belle di me. Si legge invida, si dice competizione. Oh yes.

Idem con quelle pacchiane. Ma in questo caso per puro amore di buon gusto.

Non porgerò l’altra guancia. Anche perché ne ho solo due.

Nessuna delle virtù cardinali caratterizzerà in particolar modo il mio 2014, dunque. Ma voi mi vorrete bene lo stesso.

Pace, bene e non cedete ai buoni propositi che deluderete. Che come già disse Oscar Wilde, ”quando siamo felici siamo sempre buoni, ma quando siamo buoni non siamo sempre felici”.

Buon anno!

 

 

admin

One Comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *