Mtv celebra la riscossa dell’hip hop con i primi “Mtv Hip Hop Awards” italiani

0 Flares 0 Flares ×

Mtv_Hip_hop_music_awardsParliamo di hip hop. Che, per chi non lo sapesse, non è un lecca lecca e nemmeno una nuova pratica orientale super trendy. Ma un genere musicale, un vero e proprio movimento culturale che, ormai da anni, fa ballare giovani di ogni colore e provenienza. Adesso è ripiombato nei primi posti delle chart musicali. Mtv ha deciso di consacrare questo ritorno con un premio ad hoc: ed ecco la prima edizione italiana degli «Mtv Hip Hop Awards», in collaborazione con Vodafone. Domani sera (a partire dalle 21.10 su Mtv, canale 8 DTT e su MTV Music, canale 67 DTT alle 22.10) verrà trasmessa la diretta di questa celebrazione in pompa magna. Con annessa consegna delle statuette. Il tutto presentato e addolcito dalla grazia eclettica di Nina Zilli.

Performance live esclusive, featuring curiosi, inediti, premi. Ma soprattutto grandi ospiti e  tutti i numeri uno della scena hip hop nostrana. Dal veterano J-Ax ai Club Dogo, fino a Marracash, Emis Killa, Big Fish, Ensi, l’emergente Fedez. E addirittura Max Pezzali. Non avete letto male: proprio lui. Cosa c’entra? «Dopo la riedizione di Hanno ucciso l’uomo ragno, in collaborazione con i migliori rapper italiani, credo che il rap sia oggi l’unica forma in grado di raccontare la realtà come facevano una volta i cantautori», ha spiegato.

Antesignano di questo ritmo d’importazione fu l’allora incompreso Jovanotti. Subito dopo gli “Articolo 31″, che con il duo J Ax e Dj Jad portarono il genere in classifica, Frankie HI-NRG e i Gemelli Diversi, solo per citare i più famosi. Cantavano parlando in modo schietto: parole dure, zero ipocrisia, niente paura. Con la sfacciataggine genuina di chi non teme di dare alle cose il giusto nome. Erano gli anni ’90. I grandi li reputavano diseducativi. I piccoli li amavano, seguivano e imparavano le loro rime manco fossero un mantra.

Poi più niente. O quasi. Fino all’arrivo di Fabri Fibra che ha rispalancato le porte del rap al grande pubblico. E alle case discografiche. Anche lui senza paura ha scosso le coscienze di chi ha voluto ascoltarlo, parafrasando in rima un presente privo di punti di riferimento, soprattutto giovanili. Per molti il riferimento è diventato lui. E dopo che il rapper di Senigallia ha nuovamente distrutto il tabù, più commerciale che popolare, che confinava il genere oltre oceano, da dove era venuto, ecco spuntare una nuova generazione hip hop.

Le nomination di stasera indicano come favorito Emis Killa (ne ha 7), giovane e talentuosa rivelazione made in Vimercate. Dietro di lui si sono piazzati i Club Dogo, una delle rap band più popolari e influenti in Italia, e Marracasch, con sei candidature a testa.

Sul palco si alterneranno anche grandi ospiti fra cui Vittorio Brumotti, campione mondiale di bike trial e inviato di Striscia la notizia, passato alle cronache mondane per la sua liaison con la bella Roberta Armani, nipote di Re Giorgio. Fabio Caressa, la voce dello sport italiano. Melissa Satta, la donna dello sport italiano. E ancora: Materazzi, sempre per rimanere nello sport, Carlo Lucarelli, l’attore Giorgio Pasotti, Virginia Raffaele, spassosissima imitatrice di Belén e Caterina Guzzanti con cui la rete sta lavorando per uno show in primavera.

Visto il ricco parterre di ospiti si preannuncia uno show variegato: «Vogliamo parlare non solo ai fans hardcore dell’hip hop, al contrario ci teniamo a coinvolgere anche chi non è appassionato del genere o chi non lo conosce», hanno puntualizzato da Mtv.

Dunque, non resta che augurare buon divertimento.

 

admin

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *