Sanremo 2013, ci siamo (non senza polemiche)

0 Flares 0 Flares ×

Sanremo 2013, fra news e polemicheSi scrive Sanremo, si legge polemica. Da sempre. E questa volta a Sanremo 2013, causa vicinanza elezioni, di più. Anche se, a dire il vero, la conduzione Fazio-Littizzetto tenta di arginarle. Cartina di tornasole la conferenza stampa di apertura con importanti news: Crozza c’è, una volta per tutte, Benigni confermato assente eccellente dal direttore Giancarlo Leone in persona, polemiche dribblate (o almeno rimandate) scambi di battute fra i conduttori.

Lucianina va a braccio e sta sul pezzo. Bistratta il buon Fabio, come di consueto («è nato vecchio, al posto del fiocco azzurro, per lui ne hanno messo uno grigio»), rassicura il direttore di rete: «sarò bravissima, gliel’ho promesso». Vedremo. Innegabile per questo festival, la politica farà la sua buona parte. Ma non parliamo di par condicio, «perchè qui non ci sono candidati», spiega Fazio.

Silvio Berlusconi non ha fatto attendere il suo giudizio sulla “faziosa” kermesse che, a suo avviso, distoglie dal dibattito elettorale: «Se il Festival della canzone italiana dovesse diventare un festival dell’Unità, credo che il 50 per cento dei cittadini non rinnoverà il pagamento del canone». Sanremo 2013 non sarà il festival dell’Unità, assicura Leone. Mentre per quanto riguarda il canone «Berlusconi ha tempo di pagarlo fino al 28 febbraio», ironizza il padrone di casa. «E poi, se ci hanno accusati fino ad ora di disturbare le elezioni, voglio vedere cosa diranno al Papa, adesso», scherza ancora Fazio, prontamente proposto come camerlengo da Lady Sanremo Littizzeto. Che non conferma se si esibirà nella performance ballerina annunciata: «ci devo ancora pensare, ballo peggio della De Filippi», ammette.

Sembrano rilassati i due. Nessuna esitazione apparente. Non temono nemmeno il confronto col Morandi dell’anno passato, anche se «Fazio invecchia giorno dopo giorno, Morandi non invecchia mai», scherza Lucianina divertita.

Seguimi anche su Facebook e Twitter!

admin

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *